Stile delle Poltrone dagli anni 50 agli anni 90

Poltrona anni 50Nell’infinita varietà di oggetti e relativi complementi di arredo che ognuno di noi potrà scegliere nell’immensa gamma a nostra disposizione per arredare i vari ambienti della nostra casa, oggi poseremo la nostra attenzione su un oggetto che possiamo definire senza alcun dubbio la “regina del salotto”, ovvero la tanto cara ed amata poltrona.

Proprio lei, oggetto intramontabile che abbiamo visto e vediamo ancora oggi risplendere come presenza indiscussa in particolar modo nell’arredo della zona living, più comunemente chiamata salotto. Come ogni oggetto però, anche la poltrona, ha visto nel tempo delle vere e proprie rivisitazioni che hanno portato dei cambiamenti in alcuni dei suoi tratti salienti, senza mai però cambiare quella che è la sua effettiva composizione strutturale ne tantomeno la funzione per cui la stessa nasce e che quindi andrà ad assolvere.

Alla sola vista di un qualsiasi modello di poltrona, possiamo affermare che essa rappresenta senza ombra di dubbio l’oggetto di arredo che ci riporta fedelmente all’idea del massimo comfort ma anche dell’eleganza, in quanto grazie alla sua particolare struttura che sarà certamente dotata di imbottitura per tutte le tipologie di modelli, farà si che la stessa vada ad inserirsi all’interno del nostro salotto acquistandone la padronanza assoluta.

Poltrona anni 70La sua struttura che come detto poco fa ha subito dei cambiamenti nel tempo, la vede costituita da uno schienale che potremo trovare per i vari modelli nella versione più o meno alto che sarà poi inserito nella relativa seduta che noteremo sarà molto più ampia rispetto a quella di una seduta normale, nonché da due braccioli pensati appositamente per l’appoggio delle braccia una volta che il singolo si sarà seduto alla ricerca di un momento di totale relax.

Ma andremo adesso a vedere come nel tempo, ed in base alle varie epoche, la poltrona sia cambiata fino ad arrivare alla nostra contemporaneità. Partendo dai modelli collocabili negli anni 50, ci renderemo subito conto già a primo colpo d’occhio come le poltrone erano caratterizzate indistintamente da un telaio in legno od anche in metallo che comprendeva ovviamente i braccioli, i cui tratti erano molto semplici e davano l’idea della linearità che andava nettamente a contrapporsi a quella che poi era la relativa seduta e schienale che invece, per i modelli relativi a questo periodo erano rivestiti in tessuto dei colori dell’epoca stessa.

Passando poi ai modelli di poltrone collocabili negli anni 60 ci accorgeremo come l’idea di realizzare dei prototipi il cui telaio era ben messo in evidenza va a poco a poco sfumando. Ci accorgeremo infatti come, in special modo nella zona relativa ai braccioli, viene del tutto ricoperto dalla stessa imbottitura che comprende anche lo schienale e la seduta.

Poltrona anni 90Passando ancora ai modelli degli anno 70 ed 80 ci accorgeremo di un ulteriore cambiamento, stavolta in merito all’imbottitura che non sarà più realizzata in stoffa bensì lascerà il posto alla pelle che diventerà elemento essenziale per tutte le varie parti della poltrona stessa e ci accorgeremo come in questi modelli siano del tutto scomparsi i telai in bella vista.

Infine per concludere questo tour tra i cambiamenti delle poltrone nel tempo, troveremo per i modelli relativi agli anni 90, delle poltrone totalmente rinnovate in tema di forma nonché di materiali del tutto rinnovati sfruttando al massimo quelli di ultima generazione.

Poltrone

Stile delle Poltrone dagli anni 50 agli anni 90 ultima modifica: 2015-12-15T17:18:04+02:00 da Angy Selfie
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (6 Voti) - Agg. 2016