La scelta del Cuscino per Dormire meglio

Scelta CuscinoDopo aver esaminato, grazie alle precedenti sezioni, i vari generi di cuscini che avremo a disposizione nell’arredo della nostra abitazione, in particolare adatti per le nostre sedie e per i nostri divani, andremo adesso a vedere e prendere in esame un’altra caratteristica. Questa va attribuita all’aspetto legato alla funzionalità che il cuscino potrà andare a svolgere.

Se pensiamo ad un cuscino infatti la prima immagine che ci verrà restituita dal nostro cervello sarà quasi certamente legata all’atto del dormire, e quindi al sonno. Questo perché sappiamo bene che per dormire, e farlo bene, il cuscino si dimostrerà un elemento che non può mancare ma soprattutto non può essere sostituito da un altro.

Non esiste infatti, in tema di riposo, un oggetto migliore del nostro cuscino che dotato di alcune specifiche caratteristiche si dimostra da sempre un fedele compagno che ci accompagna nell’atto del dormire.

Dormire bene si sa, come ben sappiamo ma anche come ci viene raccomandato dagli esperti, è una delle azioni che pur se compiute nel quotidiano quasi in maniera automatica, deve essere fatta nel migliore dei modi. Soprattutto dandogli il giusto tempo, inteso in ore, al fine di riuscire ad ottenere quell’effetto benefico che ci accompagnerà per tutto il giorno.

Dormire male infatti, vuol dire svegliarsi peggio ed affrontare la giornata in maniera poco brillante, condizione che quasi certamente genererà in noi un senso di spossatezza che non ci farà ben rendere a lavoro o in qualsiasi altra attività, e che quasi certamente accompagnerà il tutto con un umore pessimo che si rivelerà poco gradevole.

Quindi, alla luce di quanto detto fino ad ora, ci sarà facile comprendere come dormire bene sia davvero importante, e come la scelta di un cuscino adatto a soddisfare questa esigenza si dimostrerà davvero una scelta eccellente.

Il cuscino quindi, non è da intendersi solamente come un pezzo di stoffa di varie dimensioni al cui interno è posta una qualsiasi imbottitura, bensì un oggetto indispensabile che accoglierà la nostra testa e contribuirà al suo riposo per tutta la nostra vita.

Nella scelta del nostro cuscino dovremo avere la capacità di focalizzare bene quali sono le caratteristiche principali che deve avere e che proprio non possono essere sottovalutate, e che andranno scelte in base al nostro modo di dormire da intendersi come posizione assunta. In primis andranno vagliate quindi l’altezza del cuscino e la sua larghezza.

Cuscini per un Buon RiposoPer quanto riguarda l’altezza infatti, sempre basandoci sulla posizione che ci è soliti assumere per dormire, andremo a scegliere un modello di cuscino che non dovrà essere ne troppo basso ne troppo alto. Onde evitare quindi che al mattino seguente ci ritroveremo senza ombra di dubbio con un brutto mal di schiena o ancora peggio con un forte dolore al collo.

Assumere infatti una posizione sbagliata all’atto del dormire, potrà rivelarsi nel tempo la causa prima di moltissimi disturbi legati alla colonna vertebrale. Quindi attenzione massima all’altezza del nostro cuscino, da scegliere ovviamente in base alle nostre abitudini.

Per quanto riguarda invece la larghezza non sarà da meno l’attenzione che dovremo andare a prestare sempre nella scelta del nostro cuscino, ed in questo secondo caso vige però una regola che va oltre le nostre abitudini.

Un buon cuscino infatti dovrebbe avere una larghezza minima di un metro per adattarsi bene alla larghezza delle nostre spalle. Permettendo così alla nostra testa, una volta appoggiata, di riuscire a trovare la giusta collocazione senza correre il rischio di essere poggiata su un cuscino troppo stretto che comporterebbe lo scivolare durante il sonno.

Esaminate queste due caratteristiche fondamentali, ne andremo adesso a vedere un’altra che non risulterà affatto meno importante ovvero quella legata alla sua morbidezza.

Non basterà infatti che il nostro cuscino sia della giusta altezza e della giusta larghezza, perché se risulterà troppo morbido o troppo duro non avremo risolto il problema e non avremo fatto la scelta migliore. Quindi a tal proposito sarà bene dare un occhio particolare al materiale di cui sarà realizzata l’imbottitura al fine di trovare la scelta più adatta a noi.

Anche in questo sarà opportuno capire innanzitutto se si soffre di particolari allergie e quindi scegliere il materiale che più si adatta alle nostre condizioni fisiche. In caso contrario tra i materiali più indicati e consigliati troviamo senza ombra di dubbio il lattice e la gomma piuma, facilmente lavabili e anti attacco acari.

Ma tra i più comuni non possiamo escludere quelli la cui imbottitura prevede l’uso delle piume d’oca che risultano invece morbidi e confortevoli.

Cuscini per RiposareNon va inoltre dimenticato che esistono dei cuscini di ultima generazione come quelli ad acqua, quelli in microfibra che si dimostreranno utili per la loro particolare caratteristica di riuscire ad adattarsi perfettamente al nostro capo. Per finire i nuovissimi Memory Foam che grazie ad una speciale schiuma in lattice o a particolari gel permetteranno anche in questo caso di riuscire a trovare la giusta posizione.

In conclusione è facile dedurre che non esiste un cuscino specifico e adatto a tutti. Dovremo essere così oculati nella scelta al fine di ritrovare quello più adatto a noi ed alle nostre caratteristiche fisiche e di salute, con l’unico fine di avere un sonno perfetto e riposante.

Cuscini

La scelta del Cuscino per Dormire meglio ultima modifica: 2016-02-15T10:51:07+02:00 da Angy Selfie
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (7 Voti) - Agg. 2016