Vasi adatti per l’Idrocoltura: Funzionalità e Modelli

Vasi per IdrocolturaPer concludere in bellezza il nostro tour, che ha toccato moltissimi temi che riguardano il mondo delle piante, dei vasi e quindi le varie caratteristiche degli stessi adatti per interni ed esterni. Adesso andremo a scoprire tutto ciò che riguarda l’universo dell’idrocoltura.

L’idrocoltura, conosciuta anche come idroponica, come dice lo stesso nome è un tipo di coltivazione delle piante che esclude in maniera totale l’uso di terriccio.

Questa tipologia di coltura prevede infatti che il terriccio vada ad essere del tutto sostituito con altri tipi di materiali, ed in particolar modo viene spesso scelta l’argilla. Questa andrà a riempire il contenitore, che a sua volta sarà posto in un altro contenitore al cui interno stavolta troveremo dell’acqua in cui saranno sapientemente diluite delle particolari sostanze nutritive. Da queste la pianta stessa attingerà tutto quello di cui ha bisogno per crescere e svilupparsi.

A questo punto vedremo come nel corso delle settimane successive l’argilla andrà a fare da filtrante all’acqua ed alle sostanze nutritive in essa diluite, facendole arrivare così alle radici della nostra pianta favorendone il suo normale sviluppo. Un metodo di coltivazione quindi molto particolare ma che si dimostrerà davvero efficace in particolar modo se usato per la coltivazione di piante da appartamento.

Optare infatti per la scelta dell’idrocoltura per le piante che decideremo di inserire in casa si dimostrerà davvero una scelta vantaggiosa, in quanto grazie a questo metodo la nostra pianta non avrà bisogno di particolari cure in tema di annaffiatura. Data la presenza costante e continua di acqua che la pianta potrà attingere quando riterrà opportuno.

Vaso per IdrocolturaInoltre va sottolineato che usare questo tipo di tecnica permetterà alle nostre piante di sviluppare in maniera lenta ed adeguata le proprie radici. Questo senza ignorare il grande particolare legato all’uso dell’argilla, la quale impedirà che la pianta in questione sia vittima di attacchi fungini o di muffe varie, essendo abbastanza areata.

Va inoltre aggiunto che sviluppandosi lentamente eviteremo di incappare spesso nell’operazione di rinvaso che sarà certamente più frequente per le piante coltivate nel classico terriccio. Una serie di vantaggi tutti ottimali, che ci fanno capire come orientarci per una scelta di questo genere sarà senz’altro produttiva.

Inoltre va detto che, qualora avessimo in casa una pianta cresciuta in terriccio e volessimo invece adottare questo metodo sarà possibile farlo, a patto che venga eliminata dalle radici della pianta in questione anche la più minima parte di terriccio.

E’ consigliabile a tal proposito inserire la stessa pianta in un contenitore con acqua per alcuni giorni al fine di eliminare ogni genere di impurità e solo dopo questa prima fase si potrà passare alla successiva operazione di impianto in argilla.

Una volta chiare queste semplici regole che ci permetteranno di effettuare bene la nostra operazione di coltura, passiamo adesso a vedere in dettaglio quali sono le tipologie di vasi consigliati per l’idrocoltura.

Preme tuttavia sottolineare che la nostra scelta dovrà essere orientata senza ombra di dubbio su vasi realizzati in plastica che in fase successiva verrà come detto sopra, riempito di argilla o altro materiale utile alla tipologia stessa della coltura.

Lo stesso vaso poi andrà ad essere inserito in un secondo vaso-recipiente che conterrà invece acqua e sostanze nutritive, che però non avrà nessun foro atto al drenaggio. Sarà invece munito di un apposito indicatore che sarà in grado di farci capire a livello visivo quando è necessario inserire altra acqua al suo interno.

Una volta trovata quindi la tipologia di vasi idonea per questa coltura, potremo poi scegliere il colore, la forma e la misura del vaso stesso, di cui in commercio ne troveremo una vastissima gamma.

Modelli di vasi per IdrocolturaMolti tuttavia optano per la scelta dei classici vasi di plastica, modificandoli e cercando con dei metodi fai da te di copiarne le specifiche caratteristiche di quelli appositamente realizzati. Va detto che però i classici vasi in plastica hanno invece i fori di drenaggio e quindi come tale una volta inserito nell’altro contenitore risulterà per noi un problema riuscire a controllare il livello dell’acqua non avendo un apposito misuratore.

Dopo aver quindi scelto il vaso adatto per la nostra pianta, passeremo all’operazione di coltura vera e propria in tutte le sue fasi.

Vasi

Vasi adatti per l’Idrocoltura: Funzionalità e Modelli ultima modifica: 2016-01-27T17:52:37+02:00 da Angy Selfie
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (8 Voti) - Agg. 2016